Chiodi di garofano

Una spezia dall’aspetto e dal sapore molto particolare che si sposa bene con diversi piatti dolci e salati ma anche con gustose bevande invernali. I benefici di questi piccoli boccioli che ricordano dei chiodini si possono sfruttare anche per la nostra salute e bellezza. Scopriamo come…

I chiodi di garofano hanno un sapore particolare, forse unico fra tutte le spezie: forte e pungente, che si deve alla presenza dell’eugenolo, che si trova soprattutto nell’olio essenziale estratto dalla pianta. Proprio questo composto ha diverse proprietà benefiche che fanno di questa spezia un vero tesoro per la nostra salute.

L’assunzione dei chiodi di garofano facilita la digestione, permettendo al cibo di passare senza intoppi lungo l’intestino. In questo modo si evita anche l’accumulo di tossine che provoca disturbi e malattie. Vantano inoltre proprietà carminative, in grado cioè di contrastare i gas intestinali. Sono talmente potenti da riuscire anche a ridurre le eventuali infiammazioni in corso, uccidendo i batteri dannosi che si annidano in questo tratto.

Poiché sono in grado di facilitare il transito intestinale, una delle felici conseguenze che queste spezie provocano è la capacità di ridurre l’acidità gastrica dovuta al reflusso del cibo e degli acidi durante la digestione.

Secondo alcuni studi i chiodi di garofano sono in grado di contrastare naturalmente la glicemia alta nel sangue. La spezia contiene infatti alcuni composti che agiscono in maniera simile all’insulina, quindi sono in grado di ripristinare i normali livelli di zucchero nel sangue. Altri studi hanno dimostrato che è utile anche per quanti hanno il colesterolo alto: l’uso regolare permette di tenere i livelli nei parametri normali.

Se tornate a casa stressati, provate a mettere qualche goccia di olio essenziale di chiodi di garofano nella vasca da bagno o in un diffusore per ambienti. Noterete un netto miglioramento del vostro stato, e vi ritroverete molto più rilassati e meno stanchi.

L’eugenolo rallenta la coagulazione del sangue, quindi evitatelo se state assumendo anticoagulanti. Evitate tisane, decotti e l’uso dell’olio essenziale in gravidanza e allattamento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *